Osteopatia Pediatrica BFD

Cos’ è l’Osteopatia Pediatrica BFD?

La Biomeccanica Funzionale Dinamica (in breve BFD) è un approccio innovativo e con solide basi scientifiche per il trattamento delle disfunzioni somatiche. Trae le sue origini dai concetti dell’Osteopatia, della posturologia, dell’ortoprassia e della psicobiofisica.

Questo nuovo ed originale approccio di percepire il corpo è, infatti, una evoluzione basata unicamente sulla conoscenza dell’anatomia, della fisiologia, della biomeccanica e delle neuroscienze. Essa apporta una risposta efficace e razionale a differenti disturbi somatici articolari e viscerali.

Se l’Osteopata BFD verifica una corrispondenza tra ciò che il paziente riferisce, ciò che risulta all’esame oggettivo tramite i test BFD e ciò che la metodologia appresa prevede, allora sarà possibile intervenire. Nel caso contrario sarà necessaria l’esclusione dal trattamento.

L’Osteopata BFD ha un “obbligo di risultato” (riduzione del dolore, miglioramento dei sintomi, aumento della mobilità, …) fin dalla prima seduta. In caso contrario avrà l’obbligo di escludere la prosecuzione del trattamento.

Nel particolare la BFD pediatrica affronta alcune fra le più comuni problematiche tipiche del neonato, del bambino e dell’adolescente:

Atteggiamenti posturali scorretti (atteggiamenti scoliotici, ipercifosi, iperlordosi);

Difficoltà alla deambulazione (movimento anomalo e difficoltoso di camminata,

corsa,ecc)

Piedi piatti;

Varismo o valgismo delle ginocchia;

Stanchezza anomala;

Difficoltà nella concentrazione e iperattivita’;

Casi di eccessiva iperattività o ipoattività;

Difficoltà di coordinazione motoria;

Rigidità eccessiva nel movimento;

Impedimenti vari nei movimenti che limitano le potenzialità fisiche nelle attività

quotidiane o sportive.

 

E per i piu’ piccini (Neonato-lattante 0-1 anno)

Valutazione/ trattamento post partum

Torcicollo post partum

Plagiocefalia

Disturbi del sonno

Coliche

Reflusso e Rigurgito

Prevenzione Bronchioliti

 

 

ATTENZIONE: tutti i bambini e gli adolescenti, anche quelli che apparentemente non presentano nessuna delle problematiche sopracitate, possono avere delle tensioni muscolari o legamentose che ne limitano l’apprendimento motorio impedendogli di sviluppare al massimo il proprio potenziale,

è compito dell’osteopata pediatrico riconoscere ed eliminare queste tensioni, in modo da potere permettere un naturale e armonioso sviluppo fisico e motorio senza limitazioni, nel pieno delle potenzialità che ogni soggetto è in grado di sviluppare.

I commenti sono chiusi